Sardegna

Golfo di Orosei - Cala Goloritzé

Sardegna

Arzachena - Nuraghe

Sardegna

Domus de Maria - Torre di Chia

Sardegna

Museo diffuso dei murales

Sardegna

Stintino
Quando andare?
  • Gennaio
  • Febbraio
  • Marzo
  • Aprile
  • Maggio
  • Giugno
  • Luglio
  • Agosto
  • Settembre
  • Ottobre
  • Novembre
  • Dicembre

Viaggio in Sardegna

“La vita in Sardegna è forse la migliore che un uomo possa augurarsi: ventiquattro mila chilometri di foreste, di campagne, di coste immerse in un mare miracoloso dovrebbero coincidere con quello che io consiglierei al buon Dio di regalarci come Paradiso”; così scriveva Fabrizio de Andrè dell’amata Sardegna.

Separata dalla Corsica dalle Bocche di Bonifacio, l’isola fu sin dagli albori della civiltà un crocevia di culture e popolazioni, grazie alla sua posizione strategica nel Mar Mediterraneo; per capire l’eterogeneità di questa terra, basti pensare che ancora oggi in Sardegna coesistono diverse lingue romanze ufficialmente riconosciute, come la variante del catalano parlata ad Alghero. La diversità culturale dell’isola va di pari passo ad un eclettismo paesaggistico senza eguali.

 

Il suo capoluogo Cagliari custodisce gelosamente la storia e la memoria delle antiche civiltà che qui si sono succedute, infondendole oggi un carattere aperto e accogliente verso il visitatore. Tra le sue strade il ricordo del viaggio in Sardegna delle diverse civiltà: Punica nei resti della Necropoli di Tuvixeddu, la Karales Romana come testimoniato dal grandioso Anfiteatro, Bizantina con la Basilica di San Saturnino, Pisana con le alte Torri, Piemontese con il Palazzo Regio. Osservando Cagliari dal mare, la sensazione è quella di entrare all'interno di una città scenografica; il sapore africano delle palme e del giallo calcareo viene stemperato da un’architettura occidentale: proprio la convivenza di caratteri così distanti rende la città unica nella sua molteplicità.

 

Tour della Sardegna tra spiagge, arte e cultura

 

Durante il tour della Sardegna zone come San Teodoro, Santa Teresa di Gallura, Baia Sardinia sono solo alcuni dei luoghi suggestivi che vale la pena di scoprire.

Meraviglia che il mondo ci invidia è l’Arcipelago della Maddalena con le cosiddette "sette sorelle", le isole principali dell’arcipelago. Un paradiso, quello del Parco Nazionale della Maddalena, con acque caraibiche e fondali ricchi di vita. Caprera, la seconda isola più grande dopo la Maddalena, è ricca di pascoli e pinete ed ospita il luogo dove visse Garibaldi, trasformato in casa-museo. All’estremo nord-ovest, di fronte al Parco Naturale dell’isola di Asinara, si estende una tra le mete turistiche più conosciute, Stintino. Questo piccolo borgo marinaro, che sembra uscito dal pennello di un pittore con le sue case bianche in contrasto con un mare cristallino, offre infinite possibilità di svago dal golf alle escursioni e immersioni, a passeggiate in bici o a cavallo.

Il tour della Sardegna prosegue sulla costa centro orientale dell’isola, nel Golfo di Orosei, dove si estendono spiagge da sogno dalla sabbia chiara ed una natura selvaggia ed ancora incontaminata. Numerose grotte e cale che ammaliano i visitatori, come Cala Biriola, la Grotta del Bue Marino, Cala Liberotto e Cala Goloritzè, luoghi magici dove il tempo sembra essersi fermato.

La Sardegna sa coniugare mare, natura, tradizioni popolari e misticismo; ne sono esempio le misteriose tombe dei giganti o le "domus de janas" (le case delle streghe) presenti nel Sulcis Iglesiente. Celebri sono anche i Nuraghi, antichissime torri in pietra che costituiscono i monumenti megalitici più grandi e meglio conservati di tutta Europa. Il villaggio nuragico per eccellenza è il sito Su Nuraxi di Barumini, considerato dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Risalendo verso Oristano, una sosta obbligata è quella al sito archeologico di epoca romana, Tharros, che gode di un panorama a terrazza sul mare di forte suggestione.

DESTINAZIONI